Uso di sottoprodotti agricoli per la concimazione organica dei suoli

Oggi i sottoprodotti organici per poter essere utilizzati agronomicamente devono essere qualificati in uno dei regimi autorizzativi possibili.

Certe cose sembrano impossibili ma sono la realta' di oggi. Una spiegazione “ragionevole” puo' essere questa: nella complessita' delle azioni che gli uomini compiono, vecchie pratiche vengono oggi rivisitate in una ottica di maggiore integrazione con altre, e piu' gravi, azioni dell'uomo. E questo richiede nuove e diverse attenzioni.

Classificazione della pollina come concime

Il “letame” e' sempre stato usato in agricoltura ma oggi la concentrazione degli allevamenti e le nuove tecniche di allevamento hanno prodotto “letami diversi” il cui uso agronomico e' subordinato all'impiegabilita' dello stesso nel rispetto di determinate condizioni. Tra le varie possibilita' di utilizzo lecito, il letame con idonee caratteristiche puo' essere classificato “concime” presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali facendo domanda di iscrizione al “Registro dei Fertilizzanti” mentre l'Allevatore deve contestualmente iscriversi al “Registro dei fabbricanti di fertilizzanti”.

Per fare questo e' necessario verificare, con delle semplici analisi, l'ammissibilita' del “letame” di cui si dispone alla classificabilita' come “concime” e redigere una apposita domanda al Ministero.

Questa procedura consente la vendita libera del “letame”, in questo caso la pollina, sul mercato come concime.

Questo semplifica enormemente l'utilizzabilita' agronomica della pollina sui terreni.

Referenze

* Anno 2011 - Azienda agricola sita nel comune di Offida (AP) - Classificazione della pollina derivante da allevamento di broiler, come concime e contestuale ottenimento della qualifica di “produttore di concimi” per l'Allevatore.

 
classificazione_della_pollina.txt · Ultima modifica: 17/02/2016 09:04 (modifica esterna) · []
STUPIRE Srl ® - P.IVA 02112330440
63074 - San Benedetto del Tronto - ITA